8 Aprile 1888 – Bernalda (MT) e La rivolta del fuoco

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1Alle genti che Napoli ha tanto amato e che darebbero la vita per un forte sentimento.

“Un grave conflitto è esploso oggi a Bernalda, Circondario di Potenza, tra la forza pubblica e la popolazione a causa della tassa di capitazione. I cittadini hanno urlato: abbasso il sindaco, abbasso le tasse. I gendarmi sono stati costretti a fare fuoco. 4 cittadini sono stati uccisi, molti altri feriti. Sono stati feriti anche alcuni gendarmi. Le autorità hanno inviato a Bernalda rinforzi in truppa. L’ordine è stato ristabilito, ma il fermento persiste” (Le Matin, 10 aprile 1888). Continua a leggere

Annunci

Recensione “La Piramide Perduta” di Nacho Ares

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

20140318_184040Molti di voi sono dell’idea che per un egittologo scrivere trame fantasiose sull’Antico Egitto possa risultare semplice e banale. Eppure posso assicurarvi che questa conclusione non è del tutto veritiera. Anzi, mi sbilancerò nel dire che è davvero molto più semplice cadere in errore e superficialità per un egittologo che per un semplice scrittore. Ma veniamo al dunque.

Continua a leggere

Galleria

Monastero di San Giacomo (1300 d.C)

Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

Questa galleria contiene 15 immagini.

Meravigliosa escursione del gruppo di ricerca nel Monastero di San Giacomo, struttura polivalente datata 1300 d.C. Anche questa volta abbiamo …

Continua a leggere

Figlio

Tag

, , , , , , , , , , , ,

Quanta gente pe’ sti vic’
c’è passat a vocc apert,
gent d’oggi e gent antic’
gent e for o e chesti part.

Ma chi guarda a chesta mamma
cu’ a chiù grossa meravigl’,
nun è cert’ o’ furastier
ma so sulamente e figl’.

E ne ponn parlà male
e sta “mamm de terron”,
ma se sape ca ogni figlio
è nu bellu scarrafone.

E parole e port o vient
comm a storia n’gopp e fogli’,
ma l’offese e chesta gent
fann male comme e mbruoglie.

Se so scritt cattiverie
sann ditt e falsità,
mo sta mamma sta n’caten,
ma lle dà ancor a mangià.

Ma o chiù bell dei regali
te la mis dint e vene,
tu…si figlio e na muntagna,
tu…si figlio e na siren’.

Giuseppe Di Stadio

Allegory_of_Naples(Traduzione)

Quanta gente per questi vicoli
c’è passata a bocca aperta,
gente di oggi e gente antica
gente di fuori o di queste parti.

Ma chi guarda a questa mamma
con la più grossa meraviglia,
non è certo il forestiero
ma son solamente i figli.

E ne posson parlar male
di questa “mamma dei terroni”
ma si sa che ogni figlio
è “nu bellu scarrafone”.

Le parole le porta il vento
come la storia su questi fogli,
ma le offese di questa gente
fanno male più degli imbrogli.

Se ne son scritte di cattiverie
se ne son dette di falsità,
ora questa mamma è ormai in catene
ma li da ancora a mangiare.

Ma il più bello dei regali
te l’ha messo nelle vene,
tu…sei figlio di una montagna!
tu…sei figlio di una sirena!

 

28 gennaio 1861, Casamari passa alla storia

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

22gennaio1861

Gaeta, 28 gennaio 1861

Mentre la nave Mouette era ancorata nel porto di Napoli a disposizione dei reali napoletani Francesco II di Borbone e la Regina Maria Sofia, asserragliati nella fortezza di Gaeta per combattere in prima linea l’attacco piemontese, mentre il tifo mieteva decine di vittime tra le truppe alleate del comandante Ritucci e mentre la fortezza intera era bombardata da una media di 500 colpi d’arma da fuoco al giorno, truppe partigiane sparse per le terre del Regno combattevano le loro personali battaglie a difesa degli ideali borbonici e dell’amore per la patria natia. Continua a leggere

L’arte del Tombolo nella storia del centro sud

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

la-donna-e-il-tombolo-3603b9ca-5885-4aa4-b57a-02eba4054e57

(Ringrazio il compagno di volè Gimmi per aver portato alla mia attenzione questa meravigliosa arte dal passato storico estremamente affascinante e controverso, a lui è dedicato il mio seguente articolo)

Controversa e dalle incerte origini storiche, la nascita del ricamo a Tombolo è un’arte contesa tutt’oggi dal un gran numero di paesi europei. Tuttavia, nonostante le pretese di Germania, Francia e delle Fiandre, i primi documenti storici che argomentano su questo antico metodo di lavorazione del lino e dei filamenti d’oro e bronzo, hanno proprio origini italiane. Continua a leggere

Presentazione del libro REAZIONE E BRIGANTAGGIO nel Mezzogiorno d’Italia

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

clip_image002Venerdì 24 gennaio 2014, presso la sede di TERAMO NOSTRA, in Via Fedele Romani 1 – Teramo dalle ore 19:30, sarà presentata l’opera REAZIONE E BRIGANTAGGIO nel Mezzogiorno d’Italia di Angelo Cerri. Il testo è da considerarsi una riedizione moderna dell’opera del 1893 sulle origini e sulla diffusione del fenomeno del brigantaggio. Il libro è curato dallo storico risorgimentale Fulvio D’Amore, il quale presenzierà la presentazione in qualità di relatore. Ingresso gratuito.

Appuntamento quindi presso la sede della suddetta associazione culturale teramana per un evento da non perdere assolutamente.

Giuseppe Di Stadio

Carlo di Borbone, e la sua Napoli

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Carlo_di_Borbone_1716-1788

Napoli, 20 gennaio 2014 ore 08:12, la terra sotto i piedi dei partenopei trema. Come per ricordare a tutti noi che Napoli è ancora viva, che freme e che è pronta a combattere contro un destino che si prospetta apparentemente già indirizzato verso cieli più grigi che azzurri. 20 gennaio 2014 ore 08:12, Napoli ricorda ai napoletani la loro appartenenza ad una terra forte e potente, una terra rivoluzionaria ed innovatrice. 20 gennaio 2014 ore 08:12, Napoli scuote i napoletani ricordando loro la natura combattiva e nobile delle radici sulle quali si fonda. 20 gennaio 2014 ore 08:12, Napoli scuote i napoletani facendo a modo suo gli auguri ad un bambino che proprio alle ore 08:00 di un lontano 20 gennaio 1716 nasceva in terre lontane, con l’arduo compito di lottare contro un grigio destino apparentemente già segnato, ma che una volta vinto l’avrebbe condotto dritto e spedito sul trono del Regno più fiorente degli ultimo 400 anni. Sembra proprio questo l’augurio che oggi Napoli vuol fare ai napoletani, proprio come Don Carlo di Borbone, vincere il proprio destino per risorgere e dominare sulle splendenti bellezze delle terre del sud. Continua a leggere

Ferdinando, “l’uomo” dietro il Borbone

Tag

, , , , , , , , , ,

Ferdinando2_primo_pianoForse non tutti lo ricordano ma 204 anni fa in un lontano 10 gennaio del 1810, nasceva a Palermo un bambino, un piccolo “napolitano” destinato a diventare re, re di Napoli e del Regno delle Due Sicilie. Ma in questo anniversario, il mio cuore è felice di ricordare e di parlare per una volta tanto, dell’uomo e non del re. Continua a leggere

Video

Il Reale opificio borbonico di Pietrarsa

Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

La vera storia del Reale Opificio Borbonico di Pietrarsa, raccontata dallo storico Giuseppe Di Stadio. Perdonate il tono di voce in alcuni tratti diverso, ma parlare di certi argomenti, per un napoletano, non è mai semplice.

Giuseppe